CJ Prepress: ancora un passo avanti

Il 2020 – nonostante gli imprevisti degli ultimi mesi – segna un’importante svolta in ambito tecnologico per CJ ed i nostri clienti.

 

All’interno di un progetto di miglioramento continuo sul piano tecnologico, umano e delle competenze, nel mese di luglio CJ ha aperto i battenti di una rinnovata area prestampa, con l’installazione di un nuovo Computer To Plate volto a migliorare sensibilmente le prestazioni. I vantaggi sono riscontrabili in termini di qualità complessiva del prodotto finale e riduzione dei tempi di avviamento, per garantire un flusso di lavoro continuo alle nostre macchine da stampa Roland 900.

 

In partnership con Kodak abbiamo scelto di installare in azienda uno impianto automatico, in grado di incrementare efficienza e produttività. Kodak Magnus VLF Platesetter infatti, permette lo sviluppo delle lastre in totale autonomia, garantendo fino a 58 lastre/ora, e grazie ad un sistema di registrazione a tre punti, riduce notevolmente i margini di errore dovuti ad un eventuale fuori registro.

 

I nostri clienti si aspettano il meglio. Su questo principio si basano le nostre scelte, ed anche in questo caso la nuova area prestampa garantisce un miglioramento tangibile in termini di qualità del prodotto: la tecnologia Kodak Squarespot compensa automaticamente l’espansione delle lastre dovuta alla variazione di temperatura, eliminando di fatto ogni deformazione possibile tra il file digitale e la stampa finale. Inoltre, grazie alla tecnologia Kodak Staccato Screening, il nuovo CTP elimina i possibili artefatti dovuti alla stampa, garantendo una qualità fotografica del prodotto finale, con colori vividi e costanti durante tutto il processo di stampa del packaging.

 

Per massimizzare le capacità del nuovo impianto, abbiamo scelto di fare di più. La stampa è un processo di precisione, pertanto ogni minima variazione dell’ambiente circostante può influenzare il prodotto finale. Per ridurre al minimo il rischio abbiamo effettuato un’indagine vibrometrica, accertandoci che le vibrazioni del suolo non interferiscano con lo sviluppo delle lastre, ed infine abbiamo appositamente creato un locale condizionato, per assicurare una temperatura ottimale e costante durante tutto il processo. Questa nuova area prende il nome di “cj prepress, ed abbiamo scelto di creare un logo ad hoc per distinguerne il suo carattere di unicità, e poter comunicare al mercato in maniera netta ed evidente il nostro approccio nei confronti della qualità.

 

 

In CJ crediamo nell’evoluzione in ogni sua forma.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per saperne di più, compila il form che trovi di seguito.

 

 

 

Confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l’Informativa richiamata

*Entrambe le opzioni devono essere selezionate